domenica 24 gennaio 2021

Top 5: Gennaio 2021

5 - Official Secrets - Segreto di stato - Gavin Hood (voto 7)
Storia vera di Katharine Gun, analista britannica che nel 2003 venne accusata di spionaggio per aver diffuso pubblicamente una email della National Security Agency, finalizzata a guadagnare voti per attaccare militarmente l'Iraq. Il ritorno del cinema d'impegno civile più classico, con citazione esplicita della Gola Profonda di Tutti gli uomini del Presidente. Niente di nuovo, ma utile per ribadire le menzogne e i giochi sporchi che coinvolgono le massime istituzioni. E per ricordare una guerra infame. Brava, come sempre, Keira Knightley. Disponibile su Sky On Demand

4 - Someone, Somewhere (Deux moi) - Cédric Klapisch (voto 7)
Un ragazzo e una ragazza, trentenni, dirimpettai, solitari, schiacciati da una vita professionale e sentimentale insoddisfacente, che li spinge verso la depressione. Ma è un film di Klapisch: il finale è ottimista, e Parigi è molto di più di un semplice sfondo. Cinema francese medio, profondo, delicato e intelligente, sensibile a tratteggiare le molteplici sfumature dell'animo umano. Tutto già visto? Probabilmente sì, ma è uno sguardo che rassicura e conforta, in un'epoca sempre più spersonalizzante. Disponibile su Sky On Demand

3 - La tigre bianca - Ramin Bahrani (voto 7)
Una bella sorpresa d'inizio anno, sorprendentemente cinica, adattamento di un bestseller dello scrittore indiano Aravind Adiga, dove l'autista di una ricca famiglia di New Delhi scala le gerarchie di classe, riuscendo a emanciparsi dalla sua condizione di servo grazie a un progetto astuto che degenera nelle forme del super-capitalismo più spietato. Un incontro ideale tra dramma sociale, thriller d'influenza hollywoodiana e racconto di un Paese controverso, diviso tra tradizione e aspirazione verso il successo e il mito del denaro. Disponibile su Netflix

2 - One Night in Miami - Regina King (voto 7)
Un campione del mondo dei pesi massimi, il più grande giocatore di football di sempre, un cantante crooner e il più discusso leader afroamericano del XX secolo. Un film nobile, ambientato nella notte del 25 febbraio 1964, prevalentemente in una stanza, dove queste quattro leggende si confrontarono sui diritti civili e sulla lotta e la leadership all’interno della comunità nera. Ciascuno di loro prenderà consapevolezza del proprio ruolo politico in un’America ancora invasa da razzismo e pregiudizi. Disponibile su Amazon Prime Video

1 - Pieces of a Woman - Kornél Mundruczò (voto 9)
Un dramma sull’elaborazione del lutto, costituito da un prologo di mezz’ora incentrato su un piano sequenza mozzafiato, un’autentica immersione nell’odissea di una donna che sta attraversando un parto complicato. I restanti cento minuti si soffermano invece sulla ridefinizione della personalità della protagonista, vittima dello sguardo e del giudizio delle persone che la circondano. Virtuosistico, profondo e anti-retorico, il risultato è un salutare pugno nello stomaco, una riflessione sul corpo e sull’identità femminile che non concede letture scontate. Magnifica Vanessa Kirby. Disponibile su Netflix




Nessun commento:

Posta un commento